Offlimits Supermoto

Video corso di guida supermotard personalizzato per 2 persone

27 Settembre 2018

Nuova moto da gara 2015: Suzuki RM 500 Bigoot

10 Dicembre 2014

Vi presentiamo la nuova arrivata in casa Offlimits, una bellissima Suzuki RM con motore Honda Cr 500 2 tempi.

La moto è così accessoriata:

  • Suzuki RMZ frame
  • Honda CR 450 2 tempi
  • Piastre di sterzo perimetrali Cobra PZ5
  • Gomma posteriore Mitas H18 140/80-19
  • Gomma anteriore Sava MC30 90/90-21
  • Impianto frenante anteriore radiale con adattatore assiale
  • Disco 320mm Braking
  • Paramani Circuit
Il mezzo sarà con tutta probabilità la moto da gara 2015 di Gianni e debutterà venerdì alla gara del Motorshow di Bologna.
 
C'è stato giusto il tempo per accenderla e farle il rodaggio, dove Gianni ha potuto constatare una potenza esplosiva unitamente alla leggerezza del 2 tempi, difficilissima da domare e da far "rendere" come tempo sul giro, pertanto questa prima gara al Motorshow di Bologna ci servirà per verificare le sue potenzialità e per cominciare a lavorare sull'assetto.
 
Suzuki RM 500 bigfoot
Suzuki RM 500 Bigfoot

Conclusione campionato italiano di Flat Track e mondiale il prossimo weekend.

5 Settembre 2018

Si è concluso lo scorso weekend il campionato italiano di Flat Track in cui il team Offlimits Racing ha ottenuto la seconda posizione assoluta.

Le gare nel weekend sono state due, una sabato e una domenica.

GARA 1
Nella gara di sabato dei problemi di elettronica hanno impedito a Gianni di brillare nelle batterie di qualifica, comunque ottenendo la prima fila in finale.

In finale scatta discretamente e si trova in 3° posizione. Dopo pochi giri viene sopravanzato dall’avversario Moschini, che però poco dopo, in una sola curva, Gianni si libera sia di Moschini che del concorrente che si trovava in seconda posizione. Gianni si trova secondo e prende vantaggio sui concorrenti, ma la gara viene sospesa per via di un brutto incidente di Corradetti che cade in pieno rettilineo urtando erroneamente le protezioni laterali. Frattura della clavicola per lui.

GARA 2
La gara di domenica, per via della forte pioggia poco prima dell’inizio, parte sul fango, su cui Gianni si sente perfettamente a suo agio, vincendo 3 batterie di qualifica su 4, ottenendo la prima posizione per la finale.

In finale però le condizioni della pista sono cambiate e pena anche una partenza non proprio brillante, Gianni si trova a transitare al termine del primo giro solo in quarta posizione. Durante tutta la gara Gianni tenta di sorpassare il 2° e il 3° che erano immediatamente di fronte a lui ma purtroppo senza mai riuscirci.


Tuttavia con i risultati ottenuti durante il weekend il punteggio di fine campionato ci vede abbondantemente al 2° posto in classifica finale.
Vince il campionato Cecchini sul prototipo Zaeta, segue Villamagna su Husqvarna.

Qualche considerazione riguardo il campionato italiano, che dispone di un regolamento che da la possibilità anche ai prototipi di correre insieme ai mezzi di derivazione cross. Pertanto quest’anno ci siamo trovati come rivali dei piloti molto forti su dei mezzi progettati appositamente per il Flat Track, come appunto lo è la Zaeta. Chiaramente questi mezzi garantiscono una guidabilità e una prestazione non raggiungibile da una moto con base cross. Oltretutto sono ammessi anche mezzi di cilindrata inferiore con ruote di diametro differente. Tutte queste “concessioni” creano disparità e spesso favoriscono chi ha più budget da investire piuttosto che le capacità del pilota, allontanando chi invece vorrebbe avvicinarsi alla disciplina. Speriamo che il prossimo anno il regolamento venga aggiustato per essere più giusto nei confronti dei piloti.

Leggi tutto: Conclusione campionato italiano di Flat Track e mondiale il prossimo weekend.

Coppa del mondo di Flat Track reportage

10 Settembre 2018

Sabato sera scorso, a Misano Adriatico, in un contesto speciale con migliaia di spettatori, già in loco per via della Moto GP, si è tenuta la gara unica di Coppa del Mondo FIM di Flat Track alla quale ovviamente abbiamo preso parte.


Alla gara hanno preso parte tutti i migliori piloti in Europa, molti provenienti dalla Spagna, dalla Francia, dalla Repubblica Ceca, Finlandia ecc.


Il regolamento del campionato, quest’anno, consentiva la partecipazione non solo ai prototipi sviluppati specificatamente da Flat Track, ma anche ai mezzi dotati con ruote da 16 e 17 pollici, che in determinate circostanze risultano essere notevolmente avvantaggiati. Un regolamento che reputiamo non corretto nei confronti della maggior parte dei piloti che praticano Flat Track con moto di derivazione cross con ruote tipiche da Flat Track da 19 pollici, come appunto è la nostra KTM.

Gianni si è comunque difeso molto bene nelle batterie, concludendo con 3 terzi posti, anche quando da sorteggio partiva dietro. Il passo è stato subito ottimo e sembrava proprio ci fossero le carte in regola per ambire al podio.


Nella semifinale però non è scattato molto bene e non riuscendo a sopravanzare i piloti che lo precedevano, ha chiuso la gara in quinta posizione.


La somma dei punti delle batterie con quelli della semifinale non gli ha permesso di essere tra i primi 6 concorrenti per sole due posizioni, per cui ha dovuto partecipare alla batteria di recupero, in cui i primi due concorrenti sarebbero andati in finale.

La batteria di recupero è stata una vera e propria guerra. E’ dovuta ripartire 3 volte in quanto ad ogni partenza c’era un contatto con piloti a terra. Dagli 8 schierati si sono ridotti in 5. Prima dell’ultima interruzione Gianni era in seconda posizione, ma purtroppo nell’ultima ripartenza Gianni è stato urtato da un altro concorrente ed è stato spinto all’esterno, chiudendo la batteria di recupero in quarta posizione, non sufficiente per poter fare la finale. Tuttavia un errore nel regolare la moto ha compromesso notevolmente la prestazione di Gianni in quest’ultima batteria.


La  posizione in classifica finale risulta quindi essere la decima.

La gara è stata vinta dal pluritolato italiano Francesco Cecchini, in sella alla moto “prototipo” Zaeta, seguito da 3 piloti con ruote da 17 pollici, in ordine gli spagnoli Gerard Bailo e Franc Serra.

Leggi tutto: Coppa del mondo di Flat Track reportage

E' nato BigfootSupermoto.com!

4 Novembre 2014

E' con grande piacere che vi annunciamo la creazione del nuovo sito internazionale www.BigfootSupermoto.com !

 Supermoto Bigfoot è il nome che abbiamo dato al motard con ruote alte; sistema economico e divertente nel quale crediamo molto.

L'obbiettivo è diffondere la disciplina fornendo oltre a materiale fotografico e video, anche ogni informazione tecnica necessaria per poter trasformare la propria moto da cross o da enduro in Bigfoot.

Bigfoot Supermoto è anche su facebook.

Dunque, se l'idea vi piace aggiungete la pagina ai preferiti e condividetela con i nostri amici!


Epic series: Offlimits Supermoto Actions

PARTNERS

 

 
 
 
 

Video del mese

Iscriviti alla newsletter

Gli ultimi fan...

Gli ultimi fan...