Offlimits Supermoto

Coppa del mondo di Flat Track reportage

10 Settembre 2018

Sabato sera scorso, a Misano Adriatico, in un contesto speciale con migliaia di spettatori, già in loco per via della Moto GP, si è tenuta la gara unica di Coppa del Mondo FIM di Flat Track alla quale ovviamente abbiamo preso parte.


Alla gara hanno preso parte tutti i migliori piloti in Europa, molti provenienti dalla Spagna, dalla Francia, dalla Repubblica Ceca, Finlandia ecc.


Il regolamento del campionato, quest’anno, consentiva la partecipazione non solo ai prototipi sviluppati specificatamente da Flat Track, ma anche ai mezzi dotati con ruote da 16 e 17 pollici, che in determinate circostanze risultano essere notevolmente avvantaggiati. Un regolamento che reputiamo non corretto nei confronti della maggior parte dei piloti che praticano Flat Track con moto di derivazione cross con ruote tipiche da Flat Track da 19 pollici, come appunto è la nostra KTM.

Gianni si è comunque difeso molto bene nelle batterie, concludendo con 3 terzi posti, anche quando da sorteggio partiva dietro. Il passo è stato subito ottimo e sembrava proprio ci fossero le carte in regola per ambire al podio.


Nella semifinale però non è scattato molto bene e non riuscendo a sopravanzare i piloti che lo precedevano, ha chiuso la gara in quinta posizione.


La somma dei punti delle batterie con quelli della semifinale non gli ha permesso di essere tra i primi 6 concorrenti per sole due posizioni, per cui ha dovuto partecipare alla batteria di recupero, in cui i primi due concorrenti sarebbero andati in finale.

La batteria di recupero è stata una vera e propria guerra. E’ dovuta ripartire 3 volte in quanto ad ogni partenza c’era un contatto con piloti a terra. Dagli 8 schierati si sono ridotti in 5. Prima dell’ultima interruzione Gianni era in seconda posizione, ma purtroppo nell’ultima ripartenza Gianni è stato urtato da un altro concorrente ed è stato spinto all’esterno, chiudendo la batteria di recupero in quarta posizione, non sufficiente per poter fare la finale. Tuttavia un errore nel regolare la moto ha compromesso notevolmente la prestazione di Gianni in quest’ultima batteria.


La  posizione in classifica finale risulta quindi essere la decima.

La gara è stata vinta dal pluritolato italiano Francesco Cecchini, in sella alla moto “prototipo” Zaeta, seguito da 3 piloti con ruote da 17 pollici, in ordine gli spagnoli Gerard Bailo e Franc Serra.


I prossimi appuntamenti riguardano il trofeo Dirt Track Italia oltre a qualche altra gara ancora da definire.

Iscrizione evento

 

DIRT TRACK DAY

BORGO SANTA RITA (GR)

21 Aprile

COMPILA IL MODULO!

Epic series: Offlimits Supermoto Actions

PARTNERS

 
 

Video del mese

Gallery - Gli ultimi scatti

Iscriviti alla newsletter

Gli ultimi fan...

Gli ultimi fan...